Matthieu Gafsou

Igor Posner
29 maggio 2018
Mathieu Asselin
29 maggio 2018


Only God Can Judge Me

di Matthieu Gafsou

Ispirato dagli scritti di Antonin Artaud e William T. Vollman, Matthieu Gafsou cerca di «trovare la poesia nella tristezza del mondo». Ha scelto come soggetto l’ambiente della droga di Losanna, «una tragica forma di esotismo della porta accanto», riuscendo a creare un'opera originale su un tema altrimenti banalizzato.

Matthieu Gafsou si è immerso nell'ambiente della droga di Losanna per più di un anno. Usando vari approcci formali, ha documentato in modo prosaico e allo stesso tempo enfatico la vita dei tossicodipendenti.

I suoi dignitosi ritratti di tossicodipendenti di lunga data con le loro facce taglienti danno volto a un problema sociale. Attraverso l’uso dello still life  ha immortalato il loro ambiente di vita contraddittorio. Primi piani grevi di scatole di farmaci, utensili e stanze asettiche utilizzate per drogarsi, telecamere di sorveglianza, ecc. forniscono un'impressione diretta della lotta quotidiana dei tossicodipendenti per la sopravvivenza.

Al contrario, le poetiche fotografie dei luoghi notturni della scena di Gafsou consentono al pubblico di intuire gli aspetti desiderabili dell’essere fatti, alterati. Sviluppando un linguaggio visivo ricco e variegato che mescola diversi livelli di rappresentazione e interpretazione, Matthieu Gafsou riesce a creare una genuina esperienza di senso.

BIO

Matthieu Gafsou (CH, 1981) vive e lavora a Losanna, Svizzera. Dopo aver conseguito un master in filosofia, letteratura e cinema all'Università di Losanna, ha studiato fotografia alla Scuola di Arti Applicate di Vevey.

Dal 2006 Gafsou ha esposto in numerose mostre collettive e personali e ha pubblicato cinque libri. Nel 2009 ha ricevuto il prestigioso "Prix de la fondation HSBC pour la photographie" e successivamente è stato invitato a partecipare alla mostra 2010 di Aperture Foundation reGeneration2.

Nel 2014 l'influente Musée de l'Elysée di Losanna ha ospitato Only God Can Judge Me, la sua mostra personale. Parallelamente alla sua attività artistica, Gafsou è docente all'Università di Arte e Design di Losanna (ECAL). Sta per esprorre il suo ultimo progetto a Les Rencontres de la photographie, Arles, 2018.


Inaugurazione


venerdì 8 giugno ore 18.00

Nelle tre giornate inaugurali le mostre osserveranno il seguente orario: venerdì 8 giugno, dalle 18 alle 22, sabato 9 e domenica 10 giugno, dalle 10 alle 22.

Orari


Dall' 11 al 28 giugno 2018
dal martedì al sabato

dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30
sabato 15.30 alle 19.30

domenica chiuso  

 

Spazio


Officine Fotografiche Roma

via Giuseppe Libetta, 1, 00154 Roma