I selezionati dell’ottava edizione

La proclamazione del vincitore di questa VIII edizione avrà luogo domenica 12 giugno dalle ore 20.30 presso il Cortile Esterno del D.A.M.S. a via degli Argonauti, 16.

Il premio, dedicato alla memoria dell’appassionato fotografo e organizzatore di FotoLeggendo, Gianni Tabò, è un concorso al miglior portfolio riservato a fotografi che non abbiano superato i 44 anni d’età, senza distinzione tra amatori e professionisti. I partecipanti possono sottoporre a giudizio un solo lavoro che, nel mese di giugno, prende parte ad una preselezione, presso l’associazione culturale Officine Fotografiche Roma.

Tra i lavori pervenuti, ad insindacabile giudizio di una giuria composta da docenti di Officine Fotografiche Roma, un rappresentante di Controchiave ed esperti esterni, ne vengono scelti due che sono esposti all’edizione di FotoLeggendo dell’anno in corso. Il Premio Tabò viene poi attribuito ad uno dei due lavori finalisti dagli esperti incaricati delle letture dei Portfolio. Al vincitore andrà un premio in denaro di Euro 1.500,00 e al secondo classificato una 300 euro in libri fotografici.

Dopo un attento esame dei 390 portfolio ammessi, la Giuria ha deciso di ammettere a FotoLeggendo 2016, con la riserva indicata all’art. 15 del Regolamento del Premio Giovanni Tabò, i seguenti lavori:

“Dauðalog” di Andrea Roversi di Roma con la seguente motivazione:

”Per la padronanza compositiva delle singole immagini e la capacità di costruire un racconto quale luogo d’incontro tra immagine e immaginazione, lasciando aperto uno spazio allo stupore senza rinunciare alla qualità documentaria”.

“Post” di Marta Zgierska di Lublino, con la seguente motivazione:

“L’autrice è riuscita ad esprimere con efficacia una sorta di monologo interiore sull’elaborazione del trauma subito in seguito a un grave incidente, trasformandolo in immagini dirette ed essenziali che non chiedono spiegazioni allo spettatore e creano una sorta di intimo ponte tra il passato esperito e un presente da indagare”.

La Giuria ha deciso inoltre di assegnare una menzione speciale al portfolio “Sistema di riferimento monodimensionale” di Lamberto Teotino di Roma.