Sabato 11 e domenica 12 giugno a via Libetta 1 nel cortile esterno di Officine Fotografiche si terranno le due giornate dedicate alle letture portfolio.

Un importante appuntamento per i fotografi che all’interno della manifestazione avranno l’occasione di ricevere suggerimenti, consigli e critiche dai massimi esperti provenienti dal mondo della fotografia. Photoeditor delle più prestigiose testate, fotografi, curatori, galleristi e critici saranno a disposizione dei partecipanti per visionare i lavori proposti.

Le letture portfolio sono gratuite e aperte a tutti, amatori e professionisti. Le prenotazioni si effettuano direttamente presso il punto segreteria situato nel cortile del GOA a via Libetta, nelle mattine di sabato e domenica.

Ogni partecipante partecipando alle letture potrà concorrere all’assegnazione del Premio FotoLeggendo.

I portfolio dovranno essere presentati su supporto digitale e accompagnati da portfolio cartaceo.
La giuria composta dal Comitato Scientifico di FotoLeggendo e da parte della giuria dei lettori decreterà il primo qualificato che avrà l’occasione di esporre alla prossima edizione di FotoLeggendo.

Le modalità di partecipazione agli incontri sono contenute nel regolamento del Premio FotoLeggendo.

I lettori si alterneranno in 3 turni diversi.

Sabato mattina dalle 9.00 alle 13.00

Daria Scolamacchia | Emiliano Mancuso | Sandro Iovine | Renata Ferri | Niccolò Fano | Carla Rak| Maurizio Garofalo | Alex Bocchetto

Sabato pomeriggio dalle 14.00 alle 18.00

Diego Orlando | Laura Serani | Lorenzo Castore | Tiziana Faraoni | Annalisa D’Angelo | Marco Pinna| Milo Montelli | Guido Fuà | Fiorenza Pinna | Lina Pallotta | Augusto Pieroni

Domenica mattina dalle 9.00 alle 13.00

Arianna Catania | Chiara Oggioni Tiepolo | Arianna Visani | Arianna Rinaldo | Mario Peliti | Emanuela Mirabelli | Maria Teresa Salvati | Chiara Capodici

I Lettori

annalisadangelo

Nata nel 1977 a Lanciano (Ch), si trasferisce a Boston nel 1995, dove consegue un Bachelor of Fine Arts presso l’Emerson College. Rientra in Italia e tra il 2001 e il 2005 lavora presso il Toscana Photographic Workshop organizzando e seguendo corsi fotografici a stretto contatto con i più noti e stimati fotografi di fama internazionale. Dal 2006 inizia a collaborare con Paolo Pellegrin alla creazione di mostre e libri. Dal 2010 è curatrice, editor e consulente indipendente. Negli anni ha lavorato con Machiel Botman, Kathryn Cook, André Liohn, Stefano de Luigi, Pietro Masturzo, Simona Ghizzoni, Alessandro Penso e molti altri. Fa parte del comitato scientifico di FotoLeggendo. Ha curato numerose mostre in Italia e all’estero.

arianna catania

Arianna Catania è photo editor, giornalista e curatrice indipendente. Scrive di fotografia e arte su HuffingtonPost. Laureata in Scienze Politiche e diplomata all’Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione Integrata di Roma, inizia a lavorare come fotografa. Dal 2007 si dedica all’editoria. È stata photo editor del settimanale de l’Unità, Left-avvenimenti e del mensile di Legambiente, La Nuova Ecologia. È curatrice del progetto Emerging Talents e di PhotoTales. Collabora con varie riviste e segue vari fotografi nell’ideazione e nella realizzazione dei propri progetti. È ideatore e direttore artistico di Gibellina PhotoRoad- Festival Internazionale di Fotografia Open Air. È nata nella punta sud della Sicilia. Oggi vive e lavora a Roma. La fotografia è il suo lavoro, il suo tempo libero, la sua passione.

credit_brian_finke

Arianna Rinaldo è una libera professionista che si occupa di fotografia a tutto campo. E’ il direttore artistico del festival internazionale di fotografia, Cortona On The Move. Per quasi 10 anni ha diretto Ojodepez, trimestrale dedicato alla fotografia documentaristica. La relazione con la fotografia inizia nel 1998, quando a New York diviene direttore d’archivio dell’agenzia Magnum Photos . Tornata in Italia nel 2001, lavora come photo editor della rivista Colors, per la quale commissiona progetti di documentazione a livello internazionale. Dal 2004 al 2011, a Milano, è stata consulente e curatrice per progetti di mostre e varie pubblicazioni, tra cui 4 anni per D, il supplemento settimanale del quotidiano La Repubblica. Partecipa regolarmente come reviewer a letture di portfoli dei più importanti festival fotografici in Europa e nel mondo e come membro di giurie internazionali. E’ stata parte della giuria del World Press Photo nel 2009.

Augusto Pieroni

Storico e critico dell’arte contemporanea specializzato nelle arti fotografiche. Nel panel di vari convegni e presentazioni in Italia e in Europa. Nella giuria di competizioni internazionali di fotografia Fine Art e professionale. Lettore e curatore di portfolio. Tra i suoi libri: “Portfolio! – Costruzione e lettura delle sequenze fotografiche”, 2015; “Leggere la Fotografia – Osservazione e analisi delle immagini fotografiche”, 2003. I suoi scritti sono apparsi su molte riviste internazionali d’arte e fotografia, tra le quali: Aperture (New York), HotShoe (Londra), Eyemazing (Amsterdam) o Muse (Milano).

 

Arianna Visani

Da febbraio 2015 fa parte del Dipartimento Mostre di CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, Torino, dove è assistente curatoriale e collabora allo sviluppo dei progetti, alla programmazione e produzione delle mostre. Nata a Bologna nel 1982, ha studiato Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma e si è specializzata in tematiche legate all’immigrazione presso la Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione. Conseguito il Master in Photography and Visual Design di NABA / FORMA, Milano, è stata assistente di studio del fotografo e film-maker Armin Linke a Berlino. Giornalista pubblicista, ha collaborato dal 2008 al 2013 con riviste on-line come fotografa, editor e photo editor.

Carla Rak

Carla Rak vive e lavora a Roma, dove è nata nel 1978. Fino al 2010 ha lavorato nell’Agenzia Contrasto, dove si è occupata di editing fotografico, produzione, coordinamento dei fotografi e dove è stata responsabile dei servizi commissionati dall’editoria italiana ed internazionale allo staff dei fotografi. Dal 2011 artista, editor freelance e docente di Fotoracconto presso l’ISFCI di Roma, dal 2012 si occupa anche di cura e sviluppo progetti per l’associazione Zona. Laureata in Sociologia e Dottore di Ricerca in Comunicazione, le sue ricerche accademiche di ricerca visuale hanno ricevuto riconoscimenti dall’Istituto Italiano di Studi Filosofici e dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche.

Chiara Capodici

Chiara Capodici si occupa di fotografia dal 2005. Dopo un’esperienza nell’ambito della produzione e della comunicazione all’interno di Zoneattive, è stata assistente alla direzione artistica di Fotografia- festival internazionale di Roma dal 2006-2008. È co-fondatrice di 3/3, studio di progettazione fotografica, che dal 2009 ha incentrato il proprio lavoro sulla produzione e curatela di libri fotografici e la realizzazione di mostre e workshop in Italia e all’estero con una particolare attenzione al mondo dell’editoria. Ha fatto parte di diverse giurie per premi internazionali, fra cui il Kassel photobook Award e il Prix Pictet.

 

foto

Chiara Oggioni Tiepolo nasce nel 1972 a Roma. Ancora all’università (è laureata in Scienze Politiche) inizia a scrivere e collaborare con il quotidiano il Messaggero e nel 1996 ancora giovanissima approda a Mediaset dove tuttora lavora come produttore esecutivo del settore informazione. Dal 2008 assume la direzione artistica della Rassegna Internazionale FoianoFotografia (a Foiano della Chiana) e dal 2009 è nella redazione della rivista fotografica quadrimestrale RearViewMirror come senior editor e photoeditor. Dal 2015 fa parte del comitato scientifico di Gazebook, Sicily Photobook Festival. E’ ideatrice e la curatrice di mostre ed esposizioni (tra le varie: “Casualties of the nameless” di Marco Di Lauro, maggio 2008; “Flying Away” di Elena Givone, giugno 2009; “Haiti, the Melancholy of Shadows” di Moises Saman, 2010; “Transfotografia” di Marco Biondi; “A Private war among brothers” di Nadia Shira Cohen, febbraio 2011, “Iraq Perspectives” di Benjamin Lowy, ottobre 2011, “Aerotropolis” di Giulio Di Sturco, ottobre 2012, “The National Womb” di Anastasia Taylor Lind, ottobre 2013, “Ri-Scatti, fotografi senza fissa dimora” (esposta nel 2015 al Pac di Milano e a Palazzo Martinengo di Brescia, a Treviso nel 2016) e “Ri-scatti – Milano Melting Pot” nel 2016. Vive fra Roma e Milano.

Daria Scolamacchia

Credit: Marco Zanin

(Bari, 1981) Photoeditor, lavora a Fabrica, centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton Group, dove coordina i progetti fotografici e cura la realizzazione di libri e mostre. Nel novembre 2013 ha partecipato, in qualità di consulente dell’immagine, al lancio del canale cucina del Corriere della Sera (http://cucina.corriere.it). Dal 2008 al 2013 ha lavorato nel dipartimento fotografico del settimanale Io donna del Corriere della Sera e, in precedenza, tra il 2006 e il 2008, si è occupata di editing e produzione di servizi fotografici per l’agenzia Contrasto. Si è formata nella redazioni romane dell’agenzia di stampa Associated Press Photo e APTN (Associated Press Television News). Scrive di fotografia per Solferino 28, blog del Corriere della Sera.

 

 

Diego Orlando

Diego Orlando, Senior Photoeditor di BURNmagazine e BurnDiary.  Nello specifico mi occupo di ricerca e selezione dei lavori da pubblicare, della direzione artistica di Burn in print e di @burndiary. Ne seguo inoltre i progetti speciali – l’Emerging Photographer Grant, esposizioni  – e i progetti editoriali (BURNbooks)come direzione artistica che produzione. Tra le pubblicazioni più recenti la nuova edizione di Tell It Like It Is e la replica integrale dell’edizione originale del 1967 di David Alan Harvey, il libro Death In Venice di Panos Skoulidas, EkinScapes di Ekin Kucuk (che uscirà nel giugno 2016). Da curatore mi sono occupato di diverse mostre tra le quali BURN02 durante l’HeadOn Festival a Sidney; ODO Yakuza di Anton Kusters nel 2013/2014/2015 (Genk, Aalts, Roma, Montpellier, Liege, Hong Kong, Barcellona); BailBond di Clara Vannucci (Roma, Milano al Carcere di Opera e Firenze).

Emanuela Mirabelli

Emanuela Mirabelli, photo editor di Marie Claire. Nata a Milano, dopo studi classici frequenta storia dell’arte all’università e scrive recensioni di film. In parallelo sviluppa un forte interesse per la fotografia, che dal 1997 si trasforma in una professione. Lavora infatti nella redazione di riviste come Photo e View on Photography e diventa responsabile della Galleria Carla Sozzani. Dal 2003 è photo editor di Marie Claire, rivista che pubblica lavori che spaziano dalla fotografia fine art al fotogiornalismo. Ha preso parte alla giuria di numerosi premi fotografici, tra cui il Getty Grant for Editorial Photography.

 

Emiliano Mancuso

Nasce a Roma nel 1971. Ha iniziato tardi a pensare alla fotografia come mezzo espressivo per documentare la realtà. Laureato in Filosofia nel 1997, specializzato in Estetica, era interessato all’immagine soltanto come problema filosofico. Lasciati gli studi postuniversitari, ha iniziato a lavorare collaborando con le più importanti testate nazionali ed internazionali: National Geographic, The New York Times, Newsweek, Time, L’Espresso, etc. Dal 2009 è membro dell’Agenzia Contrasto. Nel 2011 pubblica il libro Stato d’Italia e vince il Picture of the Year. Nel 2014 ha terminato il suo primo lungometraggio: Il Diario di Felix, nomination al Globo d’oro 2015 come miglior documentario. Dal 2011 cura il Master di Fotogiornalismo presso Officine Fotografiche a Roma e insegna come docente di reportage al Centro Sperimentale di Cinematografia.

Guido Fuà

Autore di reportage e ritrattista, si è affermato con numerosi commissionati e copertine nel settore editoriale nazionale e internazionale, tra gli altri per Il Venerdì di Repubblica, XL, L’Espresso, Style, Class, Io donna, Il Mondo, Capital, Panorama, D – La Repubblica delle Donne, Donna Moderna, National Geographic, Business Week, Wine Spectator, Stern, Asahi Shimbun, Nikkei Business, Elle Japon, 25ans. Ha svolto nel corso dell’ultimo decennio un’intensa attività ritrattistica di personaggi dello spettacolo e della cultura, personalità del mondo economico e dirigenti d’azienda.

 

Laura Ritratto _Fotor

Curatore e critico, Laura Serani collabora regolarmente con diversi festival, istituzioni e editori in Europa e altrove. Direttore artistico del Mois de la Photo a Parigi nel 2014 e nel 2008, dei Rencontres de Bamako, biennale della fotografia africana, in Mali nel 2009 e 2011, curatore per Fotografia Europea dal 2007 al 2015 e direttore del SiFest nel 2007 e 2008, dal 1986 al 2006,  L.S. ha diretto la Collection Fnac e la rete delle Galeries Fnac (Europa, Brasile e Taiwan). Autore di numerosi libri tra i quali : La fotografia tra storia e poesia (Mazzotta); Inverno di Sarah Moon (Silvana Editoriale); Malick Sidibé, La vie en rose (Silvana Editoriale); Malick Sidibé (Collection Photo Poche / Actes Sud); Ultimo domicilio di Lorenzo Castore (Collezione edizioni L’Artiere), Borders nel 2009 e For a sustainable world nel 2011 (cataloghi dei Rencontres de Bamako, Actes Sud); Nous avons fait un très beau voyage di J.Borgetto, F.Nunez, B.Plossu, S.Zenon, (Filigranes); Inside Niger di Nicola Lo Calzo (Kehrer Verlag); Idyssey di  Stefano De Luigi.  Presidente del Prix Résidence pour la Photographie de la Fondation Les Treilles in Francia,  membro di Oracle e di varie giurie (Prix Niépce, World Press, New York Photo Awards, Vipa/Wien, Fotograficasa… ), Laura Serani vive a Parigi.

©Emilio D'Itri

©Emilio D’Itri

Nato a San Salvatore Telesino (BN), si è trasferita a New York alla fine degli anni ottanta, dove si è diplomata in “Fotogiornalismo e Documentary Photography” presso l’International Center of Photography (ICP). Le sue opere sono state esposte in mostre personali e collettive in Europa e negli Stati Uniti, e pubblicato in pubblicazioni nazionali e internazionali: Catalogo Magazin, Das Magazin, D-donna, Marie Claire, Liberation, The Guardian. Ha ricevuto molte borse di studio e residenze, tra cui New York Foundation for the Arts Fellowship 1998 L’Atelier de Visu, Marsiglia, Francia, 2001; CASE media Fellowship, Università del Texas, El Paso 2002; Fondo per Creative Communities, Lower Manhattan Cultural Council del 2003. Lina insegna a Roma, e, presso il Centro Internazionale di Fotografia, a New York. Dalla metà degli anni 2000 tiene regolarmente workshop e conferenze per diverse istituzioni specializzate come il Centro Internazionale di Fotografia e l’Empire State College di New York; Spazio Labo, Limes, in Italia. Ha insegnato “Reportage” presso la Scuola Romana di Fotografia, a Roma, 2006-2015. Cura una masterclass annuale, “Shooting from Inside”, presso Officine Fotografiche, Roma dal 2013. Lina è membro di Fotoleggendo 2013/2014 / del 2015 Comitato scientifico, dove ha curato mostre di Morten Andersen, Birgitte Grignet, Jason Eskenazi, Katrien De Blauwer. Ha curato la mostra “Percorsi Atemporali – memoria, sofferenza e problematicità sociale -” nell’ambito della manifestazione annuale “Obbiettivo Donna 2013». E ‘stata membro di giurie in vari concorsi fotografici. É nel comitato scientifico di “Gazebook: Manifestazione Internazionale del Fotolibro” 2015/16. Nel 2014 le è stato assegnato il premio Osvaldo Buzzi da “Trofei Internazionali della Fotografia ‘BN”.

lorenzo_castore

Lorenzo Castore (Firenze, 1973) è rappresentato dall’Agence VU’ e da LUZ. Il suo lavoro è caratterizzato da progetti di lungo termine che hanno come tema principale il quotidiano, la memoria e la relazione tra piccole storie individuali, la Storia e il presente. Ha esposto il suo lavoro in numerose mostre in Italia e all’estero. Ha vinto il Premio Mario Giacomelli (2004), il Leica European Publishers’ Award (2005) e la Rana d’oro come miglior documentario corto al Camerimage Film Festival (2012). Ha pubblicato tre libri monografici: Nero (2004), Paradiso (2006), Ultimo Domicilio (2015). Ha realizzato due film corti: No Peace Without War – con Adam Grossman Cohen (2012) e Casarola (2014). Ha pubblicato il suo lavoro su testate quali Rolling Stone, D di Repubblica, Io Donna, Ventiquattro, Amica, Le Monde 2, Liberation, Internazionale, Sportweek, Sette, L’Espresso, GQ, Vice, Sunday Telegraph, Die Zeit, Die Welt, Vice, Snob Magazine tra le altre. 

Marco-Pinna

Redattore di National Geographic Italia dalla nascita della rivista (1998), Marco Pinna è photoeditor e giornalista specializzato in fotografia. Da anni attivo nel mondo della fotografia, partecipa a giurie di premi fotografici per concorsi nazionali e internazionali, tiene corsi di fotografia e photoediting, partecipa a letture portfolio in tutta Italia, è curatore e supervisore di mostre fotografiche e ha offerto in più occasioni la sua consulenza a fotografi professionisti per la realizzazione di libri fotografici e per la preparazione di concorsi. È titolare del blog specialistico di fotografia “Fuori Fuoco” sul sito nationalgeographic.it. Da sempre, ha un occhio di riguardo nei confronti dei fotografi emergenti.

Maria Teresa Salvati

Capo redattore e fondatore di Slideluck Editorial. Direttrice di Slideluck Europa dal 2012, lavora come curatrice per portare lavori multimediali (e non) in tutta Europa. E’ stata direttrice di Slideluck London dal 2008 al 2014. Ha co-curato Hungry Still: mostra e pubblicazione prodotta e ideata da Slideluck Londra, FORMAT Festival, QUAD e AKINA Factory. Retrospettiva di Slideluck London che include una selezione di immagini dei 24 autori, abbinate ad aneddoti personali e ricette. Collaboratrice per GUP Magazine. Trasferitasi a Bari nel 2013, dopo 7 anni a Milano e 10 a Londra, collabora con F.Project – Scuola di Fotografia e Cinematografia dove insegna un corso di Personal Branding per fotografi; e collabora con la direttrice della scuola per la curatela di mostre e rassegne.

Niccolò Fano

Niccolò Fano (Roma, 1985) è fotografo e curatore. Ha conseguito un BA in Fotografia (University for the Creative Arts) e un Master in Fine Arts alla Central Saint Martins di Londra. Ha tenuto seminari e lezioni al Sotheby’s Institute of Art di Londra e alla University for the Creative Arts. Niccolò vive e lavora a Roma dove, nel 2015, ha fondato MATÈRIA, una galleria d’arte specializzata in fotografia contemporanea.

 

credit Hermes-Mereghetti

credit Hermes-Mereghetti

Giornalista, è caporedattore photoeditor di Io Donna il femminile del Corriere della Sera e di AMICA, il mensile di Rcs Mediagroup. Precedentemente ha diretto per lungo tempo la produzione fotografica di Contrasto. Ha partecipato a numerose giurie italiane e internazionali, incluse due edizioni del World Press Photo. Cura progetti editoriali ed espositivi di singoli autori e collettivi. Dal 2010 ha un blog di storie fotografiche su ilpost.it

 

 

Sandro Iovine

Giornalista, critico fotografico, è nato nel 1961 a Roma dove, dopo il liceo classico, ha studiato Scienze Politiche con indirizzo Internazionale e lingua e cultura giapponese. Dal 1999 al 2014 ha diretto la rivista IL FOTOGRAFO. Ha insegnato Fotogiornalismo e Comunicazione visiva a Milano, tenuto Master presso il MIFAV-Università di Tor Vergata (di cui ha condiretto l’organo di stampa F&D) le Università dell’Insubria, di Palermo e Perugia. Ha collaborato con RAI-Radio 1, RAI-Radio 3, Radio 24 e Radio Svizzera Italiana, Paese Sera, Avvenimenti, Il Giornale di Napoli, Il Manifesto. Fa parte del comitato di valutazione all’interno del progetto Eyes in Progress. Nel 2014 ha fondato e da allora dirige la rivista di cultura dell’immagine FPmag.

maurizio-garofaloMaurizio Garofalo, nato nel 1959, ha vissuto ad Ancona, Venezia, Firenze, Napoli, Roma, Milano. Laureato in Architettura, abbandona la libera professione per dedicarsi alla grafica editoriale e alla fotografia. Giornalista professionista, dal 2000 al 2009 è art director e photo editor a Diario, diretto da Enrico Deaglio, giornale che nel 2002 vince il premio internazionale “Guide de la Presse” come miglior giornale del mondo. Alla professione affianca un’intensa attività di didattica sulla fotografia e il fotogiornalismo, di conferenze e letture portfolio in Italia e all’estero, di giurato in concorsi di fotografia. Nel 2010 è nel comitato scientifico e nella giuria del “Premio Bruce Chatwin” per la fotografia e la narrativa di viaggio; nel 2011 insegna a New York nell’ambito del “New York Photography Workshop”, organizzato da Spazio Labo’; nel 2012 crea Ragusa Foto Festival ed è direttore artistico della prima edizione. Nel 2013 ha curato la realizzazione editoriale del volume Mimmo Jodice di Roberta Valtorta, edito da Bruno Mondadori. Nel 2014 è sotto contratto con la casa editrice Pearson per la progettazione delle nuove collane editoriali. Collabora con la rivista di critica letteraria L’Indice dei libri per la sezione “Fotografia”. Possiede 78 macchine fotografiche.
Tiziana-FaraoniNasce a Roma nel 1971. Dopo studi di fotografia, dal 1996 al 2004 è nello staff dell’agenzia fotogiornalistica Grazia Neri, occupandosi di editing, produzione, gestione e selezione di agenzie fotografiche e freelance italiani e stranieri. Coordinatrice di progetti speciali e libri (Pirelli, Tim) e responsabile della gestione dei rapporti con picture editors di diverse testate. Dal 2004 al gennaio 2008 è photo editor del settimanale “D-La Repubblica delle Donne”, diventando giornalista nel 2006. Dal 2008 è photo editor responsabile de L’espresso.

A partire dal 2004 cura mostre e libri fotografici, partecipa a giurie di premi internazionali e a diversi festival di fotografia in qualità di lettrice portfolio. Tiene conferenze e workshop sull’editing e la narrazione fotografica. Dal 2011 insegna a Officine Fotografiche Roma e fino al 2015 è stata direttore artistico del festival di fotografia FotoLeggendo.

Fiorenza Pinna, cofondatrice di 3/3 (treterzi.org), studio di progettazione fotografica, curatrice indipendente e book-designer, si occupa della curatela di libri e mostre fotografiche. Con 3/3 ha dal 2009 ha prodotto e curato, mostre, libri e workshop in Italia e all’estero. Collabora nel campo fotografico con gallerie, istituzioni e case editrici Italiane e internazionali, per workshop conferenze e letture portfolio. Ha fatto parte di diverse giurie per premi internazionali, fra cui il Kassel photobook Award e il Prix Pictet.
Alex BocchettoPublisher, editor, book designer, insegnante. Nasce in Italia nel 1981, dottore in giornalismo, nel 2012 a Londra fonda Akinabooks con Valentina Abenavoli. Tra i titoli pubblicati: Linger, Teikai, Immerse (Daisuke Yokota), Italia o Italia (Federico Clavarino). Interessato in storia e linguaggio del photobook, civiltá precolombiane, teoria della comunicazione di massa, cinema asiatico.

 

 

Mario PelitiMario Peliti, 1958. Architetto di formazione, da oltre 25 anni si occupa di editoria e comunicazione.